World of Tanks, I carri armati

Parliamo dei vari tipi di carri armati presenti nel gioco. Sì, nel gioco sono presenti vari tipi di carri armati, ognuno con una particolare caratteristica, tralasciando le poche eccezioni.

Possiamo suddividere i nostri mezzi in 5 categorie:

  • carri leggeri (light tanks o LT);
  • carri medi (medium tanks o MT);
  • carri pesanti, super-pesanti o super-corazzati (heavy tanks o HT);
  • caccia-carri (Tanks destroyer o TD);
  • artiglierie (A-SMV o SPG)

Per capire di che tipo di carro si è in possesso esistono due modi:

  1. leggere tramite l’apposito menù di informazioni presente nel garage il tipo di carro che si possiede accanto al livello del carro;
  2. memorizzare i simboli.

Io mi sono sempre trovato bene con la seconda opzione, poiché in battaglia non c’è scritto il tipo di carro con cui si ha a che fare o comunque rende più facile l’identificazione. I simboli identificativi sono:

  • un rombo per i carri leggeri;
  • due strisce oblique corte per i carri medi;
  • tre strisce oblique lunghe per i carri pesanti;
  • un triangolo rovesciato per i caccia-carri;
  • un quadrato per le artiglierie.

Imparando a memoria questo tipo di identificazione, potrete organizzarvi meglio durante la battaglia e trovare una tattica vincente basata sulla suddivisione dei carri e non solo, risparmierete anche del tempo!

Adesso analizziamo le caratteristiche di ogni tipologia di mezzo:

  • i carri leggeri sono carri piccoli, leggeri e veloci che solitamente prendono il ruolo di scout (poi vedremo cosa significa). Molti carri leggeri sacrificano la corazza per la velocità e la manovrabilità, quindi questo li rende i carri armati più veloci del gioco ma anche i più fragili (secondi solo alle artiglierie). Inoltre, la potenza di fuoco di questo tipo di carro è scarsa, e questo si viene a notare man mano che si aumenta di livello e spesso possiedono armi a fuoco rapido. In cambio però posseggono velocità, manovrabilità, alto raggio visivo ed una capacità di essere individuati (spottati) minore rispetto agli altri carri, sia che siano in movimento, sia che siano fermi. Solitamente questi tipi di carri capitano in partite di Tier nettamente superiore rispetto a quello del carro che si utilizza. Queste caratteristiche lo rendono uno dei carri armati più semplici ma anche più complicati da usare. Un’ulteriore caratteristica è la capacità di spotting (italianizzato in “spottare”), ossia la capacità di individuare veicoli nemici anche a grandi distanze per permettere agli alleati di spararli.         Naturalmente, come già detto prima, ci sono carri considerati leggeri ma che non rispecchiano a pieno le loro caratteristiche: l’esempio più lampante è l’AMX-40, carro leggero francese però molto lento e con una corazza paragonabile, se non superiore, a quella di un pesante;
  • i carri medi sono carri molto versatili ed equilibrati. Possono essere considerati i carri più semplici da usare, anche se in realtà nascondono dietro una propria strategia. I carri medi cambiano di caratteristiche da un carro all’altro, ma solitamente, in termini di manovrabilità, potenza di fuoco e corazza sono compresi tra i carri pesanti e i carri leggeri. Solitamente sono abbastanza rapidi da permettere di muoversi da un posto all’altro in tempi medi-brevi e di attuare una strategia “mordi e fuggi“. Come già detto, un carro medio può essere usato in più modi: può essere usato come carro leggero, come spotter (spottino) ma anche come supporto per carri pesanti o altri carri medi. Quando si utilizza la loro capacità di movimento e fiancheggiamento, i carri medi sono in grado di sparare a carri più pesanti senza mettersi a rischio, questo grazie alla loro velocità di rotazione di scafo e torretta. Inoltre i carri medi hanno abbastanza corazza per affrontare carri leggeri o colpi poco mirati, ma troppa poca per resistere ad uno scontro faccia a faccia. Come sempre, ci sono eccezioni: esistono carri medi con una corazza elevata, come il Matilda o lo Sherman Jumbo, carri medi con una mira precisa, quindi adatti al cecchinaggio, come il Panther o il Leopard, oppure carri medi che si comportano come leggeri, come l’M7 o l’A-43.
  • i carri pesanti sono larghi, pesanti (appunto) che spesso proteggono l’intera squadra attaccando in prima linea. I carri pesanti sono generalmente i carri armati più corazzati del gioco, ma hanno meno potenza di fuoco dei caccia-carri e delle artiglierie. La loro resistente corazza e le loro potenti armi vanno a discapito della velocità di movimento, di rotazione e di brandeggio torretta, cosa che li rende molto vulnerabili a fiancheggiamento da parte di carri leggeri o medi. Sono anche i carri armati più difficili da nascondere, infatti hanno i peggiori livelli di camuffamento del gioco e sono facilmente individuabili (un carro facilmente individuabile è detto anche carro facilmente “spottabile”). La loro resistenza li rende i carri che hanno il compito di controllare i punti strategici della mappa e che permettono all’intera squadra di avanzare e di vincere. Si possono utilizzare tecniche come il sidescraping o la posizione hull-down per massimizzare la loro sopravvivenza. I carri pesanti possono controllare da soli un’intera linea, ma devono essere salvaguardati da caccia-carri, artiglierie e dai fianchi. Qui, tra le varie eccezioni, troviamo i carri pesanti francesi dal Tier 7 in su, che hanno una corazza davvero scarsa, che viene però compensata dalla loro potenza di fuoco;
  • i caccia-carri sono mezzi corazzati progettati per la distruzione di carri armati pesantemente corazzati. In genere sono i carri armati più armati nel gioco, anche se non raggiungono ancora la potenza di un’artiglieria. Molti caccia-carri non possiedono una torretta, ma il cannone è direttamente montato sullo scafo: ruotando il cannone fino ad un certo punto questi richiedono di ruotare lo scafo (cosa che diminuisce la precisione e la mimetizzazione del carro). Questi hanno spesso difficoltà ad attaccare nemici dai fianchi o nemici dietro gli angoli, poiché significherebbe esporsi al fuoco nemico. I caccia-carri che possiedono una torretta, solitamente hanno una rotazione limitata o hanno una bassa velocità di rotazione, cosa che li rende poco adatti e vulnerabili contro carri leggeri e medi. Questo tipo di mezzi viene utilizzato in base alle proprie caratteristiche: ci sono mezzi con una corazza elevata che possono essere usati come carri pesanti, altri carri con una corazza debole che vengono usati come supporto a distanza e carri-vie di mezzo che vengono usati come semi-carri medi. Poiché questi carri vengono usati con un atteggiamento diverso in base alle proprie caratteristiche, non esistono delle vere e proprie eccezioni;
  • le artiglierie sono mezzi “corazzati” che prediligono il supporto da fuoco indiretto su lunghissime distanze. Le artiglierie sono carri molto fragili e hanno poco in comune con il resto dei carri armati. Infatti, con le artiglierie, sarete in grado di attaccare i nemici dall’alto premendo lo SHIFT sinistro. Le artiglierie di solito hanno i cannoni più potenti rispetto ai suoi co-Tier. A differenza della maggior parte dei carri, le artiglierie sparano colpi esplosivi (HE) come munizioni primarie, che non hanno bisogno di penetrare un nemico per infliggergli danno. Però, questo ha un suo prezzo: le artiglierie hanno solitamente un enorme tempo di ricarica, una scarsa precisione e velocità di puntamento. Inoltre, le artiglierie non possono cambiare bersaglio facilmente. Così come i caccia-carri, la maggior parte di questi mezzi non possiedono una torretta e devono girare lo scafo per poter cambiare bersaglio, cosa molto negativa. I pochi che la possiedono invece, ne hanno una lenta che non gli permette di sfruttarla al meglio. La corazza scarsa, la velocità di rotazione molto spesso bassa, la precisione, il tempo di puntamento e il tempo di ricarica rendono questo tipo di carri molto vulnerabili e qualsiasi tipo di carro nemico, perfino ad altre artiglierie o carri leggeri (soprattutto carri leggeri). Per le artiglierie naturalmente è importante che i cosiddetti spottini, ossia i carri leggeri che hanno il compito di individuare un nemico e di comunicarne la posizione agli alleati, facciano il proprio lavoro. Poiché le artiglierie utilizzano un metodo di gioco molto complicato, né parleremo con più precisione in seguito.

Quindi, ricapitoliamo i lati positivi e negativi di ogni tipo di carro, senza tener conto delle eccezioni, partendo dai carri leggeri:

POSITIVI: molto agili; buona manovrabilità; capacità di mimetizzazione elevata; velocità di fuoco elevata; capacità di individuare veicoli nemici (di spot) elevata; capacità di fiancheggiare i nemici elevata; supporto.

NEGATIVI: corazza inesistente; potenza di fuoco spesso pessima; matchmaking molto spesso sbilanciato (capita in Tier molto più alti rispetto al suo).

Passiamo ai carri medi:

POSITIVI: agili; manovrabilità sublime; capacità di mimetizzazione media; velocità di fuoco media; grande versatilità; potenza di fuoco media; capacità di fiancheggiare nemici elevata; capacità di individuare veicoli nemici media; corazza media; supporto.

NEGATIVI: i lati negativi dipendono dai lati positivi: essendo carri molto versatili, ognuno ha delle caratteristiche diverse, quindi cambiano da carro a carro, ma solitamente sono la potenza di fuoco e la corazza.

I carri pesanti:

POSITIVI: ottima corazza; capacità di andare in prima linea (combattimento corpo a corpo); capacità di difendersi autonomamente in linea retta; ottima potenza di fuoco; tempo di ricarica medio.

NEGATIVI: i lati negativi sono la scarsa velocità e mobilità; la facilità con cui viene fiancheggiato; il bisogno di supporto dai lati e la sua vulnerabilità alle artiglierie.

I caccia-carri:

POSITIVI: corazza variabile, capacità di mimetizzazione media; enorme potenza di fuoco; capacità di distruggere i nemici più potenti; supporto; versatilità.

NEGATIVI: i negativi dipendono sempre dal carro che si analizza, ma solitamente, i lati negativi più comuni sono il fatto di non possedere una torretta, di essere facilmente fiancheggiati e molto spesso impotenza dei combattimenti ravvicinati contro carri leggeri, medi e contro i colpi di artiglieria.

Le artiglierie:

POSITIVI: capacità di mimetizzazione media; immensa potenza di fuoco; capacità di distruggere i nemici più potenti; supporto; velocità variabile e spesso non così importante.

NEGATIVI: precisione scarsa; velocità di puntamento scarso; tempo di ricarica elevato; vulnerabilità a qualsiasi tipo di carro; corazza inesistente; difficoltà nel combattimento ravvicinato; spesso le mappe stesse mettono in difficoltà le artiglierie per la presenza di edifici o ostacoli che impediscono il suo fuoco.
Quindi, spero che questa guida vi sia stata almeno un po’ utile. In questo articolo non ci sono state immagini e me ne rendo conto, ma soltanto perché non le ritenevo necessarie. Si, ho spiegato ed elencato le varie caratteristiche dei carri e nient’altro, ma non vi preoccupate, in futuro arriveranno le guide su come utilizzare tutti i tipi di carri, soprattutto le artiglierie, che per chi inizia a giocare da poco sono sempre il tallone d’Achille.